Download e-book for iPad: Aminta by Torquato Tasso; M. Corradini (ed.)

By Torquato Tasso; M. Corradini (ed.)

Show description

Read Online or Download Aminta PDF

Best dramas & plays books

Download PDF by Roslyn Lander Knutson: Playing Companies and Commerce in Shakespeare's Time

This publication examines the character of business family one of the theater businesses in London throughout the time of Shakespeare. Roslyn Knutson argues that the corporations cooperated within the adoption of industrial practices that might let the theatrical company to flourish. Suggesting the guild as a version of financial cooperation, Knutson considers the networks of fellowship between gamers, the promoting recommendations of the repertory, and corporate relationships with playwrights and individuals of the booklet exchange.

Download e-book for iPad: The Cambridge Companion to Aphra Behn (Cambridge Companions by Derek Hughes, Janet Todd

Frequently often called the 1st specialist lady author in English, Aphra Behn (1640-1689) has now emerged as one of many significant figures of the recovery, delivering extra performs for the level than the other writer and tremendously influencing the improvement of the radical. Behn's paintings straddles the genres of drama, fiction, poetry and translation.

New PDF release: Samuel Beckett's Waiting for Godot, New Edition

Every one identify gains: - severe essays reflecting a number of faculties of feedback- Notes at the contributing critics, a chronology of the author's existence, and an index- An introductory essay by means of Harold Bloom

Extra resources for Aminta

Example text

Di “inquietudine” siamo in grado per la verità di parlare, da qualche decennio, per tutti i grandi capolavori del Cinquecento, dove l’“armonia”, la “grazia”, la “sprezzatura” convivono e si sovrappongono alle vicende drammatiche di un secolo colmo di rovesci di fortuna, di sangue e di stragi: quasi l’esperienza del Novecento ci avesse fatti più ricettivi, capaci di andare oltre ai filtri classicisti di una ricezione secolare: Tasso, naturalmente, e poi non solo Machiavelli e Guicciardini, fra i molti, ma Ariosto.

Comprensione e distanziamento, se si vuole: con la proposta per un attimo di un terzo Eden, tuttora praticabile all’insegna di una sorta di otium amoroso, rispetto ai due ormai inaccessibili dell’età dell’oro e della felicità infantile dei protagonisti, prima che tutto avvenisse. Pausa essa stessa evidentemente provvisoria, transizione a suo modo consolatoria a un presente non riducibile all’eleganza di un gioco di corte, di un’“occasione” colta del resto nella sua pienezza, e adesso bisognosa di uno “stacco”: nel nome di una concezione dell’arte, e della poesia, tutta interna alla raffinata e complessa temperie culturale cinquecentesca, o se si vuole tardo-rinascimentale o manieristica: dove non si richiede all’autore, come avverrà in altri contesti, di essere tutto e sempre nell’opera, ma anzi si incoraggia la discrezione, appunto la “sprezzatura”.

L’intervento del Coro, presente fin dall’inizio nella tradizione testuale, è però subito seguito, all’apertura dell’atto successivo, dal soliloquio del Satiro, che ne mette implicitamente in crisi la validità. Questi infatti, pur mantenendo in parte le caratteristiche ferine attribuite ai suoi simili dalla letteratura bucolica antica e moderna, mostra anche di essere, a suo modo, «loico», mentre ripercorre da vicino l’argomentazione di un epigramma pseudoanacreonteo per ricavarne un suggerimento per sé (vv.

Download PDF sample

Rated 4.09 of 5 – based on 5 votes